Promovies


Vai ai contenuti


FRONTE DEL PORTO
FILMCLUB

Via S. Maria Assunta, 20 Padova

PROGRAMMA
MARZO e APRILE 2017

-
Veneto Padova Spettacoli
Associazione Culturale

FRONTE DEL PORTO
FILMCLUB
Via S. Maria Assunta, 20 / Padova

A cura di
VENETO PADOVA SPETTACOLI
Associazione Culturale

in collaborazione con il Comune di Padova


PROGRAMMA MARZO e APRILE
e anticipazioni mese di MAGGIO 2017


Lunedì 20 marzo
LUCHINO VISCONTI: PERSONALE D’AUTORE
ore 21,00
GRUPPO DI FAMIGLIA IN UN INTERNO
di Luchino Visconti
con Helmut Berger, Burt Lancaster, Silvana Mangano

Mercoledì 22 marzo -
ore 21,30
L’INCIDENTE di Joseph Losey
con Dirk Bogarde
Il film sarà preceduto alle ore 20,00 dalla presentazione del corto “In soccorso al tempo” di Giuseppe Ferlito -
“Un’ambulanza per la Croce Verde di Padova”.

Lunedì 27 marzo
LUCHINO VISCONTI: PERSONALE D’AUTORE
ore 21,00 OSSESSIONE di Luchino Visconti
con Claudia Calamai, Massimo Girotti

Mercoledì 29 marzo
HOLLYWOOD NOIR, OMAGGIO AL MITO DI HUMPHREY BOGART (a 60 anni dalla scomparsa)
ore 20,30
IL MISTERO DEL FALCO di John Huston
con Humphrey Bogart, Mary Astor
ore 22,00
IL GRANDE SONNO di Howard Hawks
con Humphrey Bogart, Lauren Bacall

Giovedì 30 marzo
CINEMA OFF-LIMITS
ore 21,00
LA VERA GOLA PROFONDA di Gerard Damiano
con Linda Lovelace, Harry Reems
A seguire gli episodi:
Thérèse Philosophe e Lucrezia Borgia (da “Racconti immorali”) di Walerian Borowczyk


Venerdì 31 marzo
CINEMA & NUOVE SOSTENIBILITA’
ore 21,00
FIGLI DELLA LIBERTA’ di Lucio Basadonne e Anna Pollio - prima visione
Niente materie, niente compiti, niente banchi. Chi cresce libero, morirà schiavo come noi? La storia di una famiglia, un film coraggioso, audace, leggero e irriverente.
Saranno presenti ed incontreranno il pubblico i registi Lucio Basadonne, Anna Pollio e la piccola protagonista Gaia Basadonne.

Lunedì 3 aprile
LUCHINO VISCONTI: PERSONALE D’AUTORE
ore 21,00
L’INNOCENTE di Luchino Visconti
con Laura Antonelli, Giancarlo Giannini

Mercoledì 5 aprile
IL FILM CHE NON VOGLIONO TU VEDA!
ore 21,00
VAXXED - dall’occultamento alla catastrofe
di Andrew Wakefield -
prima visione
Il discusso film che affronta il delicato problema delle vaccinazioni e si interroga sui presunti legami tra vaccini e autismo.
Nel corso della serata
Incontro con il pubblico e dibattito sul tema: “Libertà di scelta terapeutica, caccia alle streghe e tutela della salute”. Saranno presenti ed interverranno: il Prof. Ivano Spano (Docente all’Università di Padova, sociologo e Responsabile della Società Italiana Medicina Psicosomatica di Padova), i medici Dott. Paolo Rossaro, Dott. Paolo Girotto, Dott. Massimo Presacco e Ferdinando Donolato (presidente Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni). Introduce la serata Francesco Salmaso.

Giovedì 6 aprile
CINEMA OFF LIMITS
ore 21,00
FRITZ IL GATTO (Il ritorno del PornoGatto!)
di Ralph Bakshi
una rara visione del celebre cult-movie d’animazione degli anni settanta
con le vicende del Gatto Fritz in una fumettistica New York…

Mercoledì 12 aprile
DOCUMENTA ITALIA
ore 20,00 e ore 21,15
FUNNE - LE RAGAZZE CHE SOGNAVANO IL MARE di Katia Bernardi - prima visione
La poetica storia di dodici “ragazze ottantenni” e del loro sogno di vedere il mare.
Le proiezioni saranno precedute da una presentazione della regista Katia Bernardi.

Giovedì 13 aprile
OLMI DA RIVEDERE
ore 21,00
LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE
di Ermanno Olmi
con Rutger Hauer, Sandrine Dumas

Dal 14 al 18 aprile
riposo per le vacanze di Pasqua

Mercoledì 19 aprile
LUCHINO VISCONTI: PERSONALE D’AUTORE
ore 21,00
LO STRANIERO di Luchino Visconti
con Marcello Mastroianni, Anna Karina, Bernard Blier

Giovedì 20 aprile
CINEMA OFF-LIMITS
ore 20,30
FLESH GORDON - ANDATA E RITORNO DAL PIANETA PORNO di Howard Ziehm e Michael Benveniste
ore 22,00
PINK FLAMINGOS di John Waters
con Divine, Mary Vivian Pearce - (versione originale inglese)

Mercoledì 26 aprile
ZURLINI RITROVATO
ore 21,00
LE SOLDATESSE di Valerio Zurlini
con Anna Karina, Lea Massari, Valeria Moriconi, Thomas Milian
Nella ricorrenza del 25 aprile la delicata storia di solidarietà e di comprensione tra un ufficiale militare italiano e di un gruppo di dodici prostitute durante l’occupazione fascista nella Grecia del 1941.
Interviene alla serata e presenta il film la ricercatrice e saggista Meris Nicoletto
già autrice del libro “Valerio Zurlini, il rifiuto del compromesso”.

ANTICIPAZIONI mese di MAGGIO:

Mercoledì 3 maggio
I 100 ANNI DI KIRK DOUGLAS!
ore 20,30
SPARTACUS di Stanley Kubrick
con Kirk Douglas, Laurence Olivier, Jean Simmons, Tony Curtis

Giovedì 4 maggio
CINEMA OFF-LIMITS
ore 21,00
IL VIZIETTO di Edouard Molinaro
con Ugo Tognazzi, Michel Serrault
A seguire gli episodi:
Un amore difficile da “Sesso matto” e Ornella da “Vedo nudo” di Dino Risi con Giancarlo Giannini, Nino Manfredi

Mercoledì 10 maggio
OLMI DA RIVEDERE
ore 20,30
L’ALBERO DEGLI ZOCCOLI di Ermanno Olmi




Informazioni:
ingresso unico € 4 con tessera Fronte del Porto Filmclub stagione 2016-2017
(la tessera costa € 5 ed è acquistabile alla biglietteria prima dell’inizio della proiezione).

Per le serate speciali, doppio spettacolo, prime visioni e anteprime:
31/3 biglietto € 8 intero € 5,50 ridotto tesserati;
29/3, 20/4 € 5;
5/4 e 12/4 € 7,5 intero e € 6 ridotto tesserati;

Info:
www.frontedelportofilmclub.sitiwebs.com
venetopadovaspettacoli@hotmail.it




LE SCHEDE DEI FILM

Lunedì 20 marzo - ore 21,00
GRUPPO DI FAMIGLIA IN UN INTERNO
(1974) di Luchino Visconti
con Burt Lancaster, Helmut Berger, Silvana Mangano / Italia-Francia
Protagonista, è un professore di scienze americano che ha ereditato dalla madre italiana un antico palazzo in Roma, che vive barricato nel suo appartamento. Da quando si è accorto che la scienza, impiegata oggi giorno in funzione della tecnologia più alienante, coopera al disgregamento totale, si è rinchiuso tra libri e documenti d'arte, in egoistica meditazione sui valori della vita e dell'uomo. Un giorno la Marchesa Brumonti, decisa a regalarlo al suo giovane amante, decide di acquistare e di modernizzare l’appartamento del piano di sopra; lo ottiene un po’ con l’inganno e un po’ con la prepotenza, il professore ne accetta la rumorosa e talvolta scandalosa “intrusione” ma la solitudine amata diviene pesante ed amara. Al suo penultimo film, Visconti torna a confrontarsi con la contemporaneità: ma non è tenero né con le illusioni del vecchio intellettuale né con le velleità giovanili, che possono trovare la catarsi solo nel suicidio. Da segnalare le apparizioni cameo di Dominique Sanda e Claudia Cardinale, rispettivamente nel ruolo della madre e della moglie del professore in due brevissime sequenze.

Mercoledì 22 marzo - ore 20,00
Presentazione del corto “In soccorso al tempo” di Giuseppe Ferlito “Un’ambulanza per la Croce Verde di Padova”.

Mercoledì 22 marzo - ore 21,30
L’INCIDENTE
(The Accident, 1967) di Joseph Losey
con Dirk Bogarde, Michael York, Jacqueline Sassard / Inghilterra
Un maturo professore universitario ossessionato dalla paura di invecchiare si innamora di una sua allieva. La ragazza ha un fidanzato e come amante, un collega del professore. Invidia e passione si scatenano nell'animo del vecchio docente finché, avendone l’occasione, approfitta dell'allieva, il cui fidanzato muore in un incidente.

Lunedì 27 marzo – ore 21,00
OSSESSIONE
(1943) di Luchino Visconti
con Claudia Calamai, Massimo Girotti / Italia
Liberamente ispirato al romanzo “Il postino suona sempre due volte” dello scrittore americano James M. Cain. È considerato il film che segna la nascita del filone neorealista del cinema italiano per l'ambientazione e per la forza espressiva e la carnalità delle scene passionali tra Girotti e la Calamai che rompono con la tradizione calligrafica del cinema italiano durante il fascismo. Il film racconta la tormentata storia d’amore tra Gino e Giovanna, una donna sposata, che diventano amanti e decidono di uccidere il marito di lei…

Mercoledì 29 marzo - ore 20,00
IL MISTERO DEL FALCO

(
The Maltese Falcon, 1941) di John Huston
con Humphrey Bogart, Mary Astor, Gladys George / USA
Un omaggio all’indimenticabile attore hollywoodiano Humphrey Bogart e al suo mito a 60 anni dalla scomparsa avvenuta il 14 gennaio 1957. In questo noir di straordinaria atmosfera, il protagonista Speede è chiamato a indagare su di una statuetta a forma di falcone, che si porta dietro una maledizione secolare. Tutti la vorrebbero: un avventuriero maldestro, un grassone pieno di soldi , una donna che racconta malissimo le bugie. Il detective indaga alla sua maniera. È cinico, per niente eroico, ed irrispettoso con le donne. Opera magistralmente interpretata dalla dark Lady Mary Astor, l’assassina col volto angelico, creatrice di un precedente che sarebbe tornato e ritornato. Una delle grandi sequenze del cinema “nero” è Bogart che alla fine del film esamina il falcone, per il quale tanti sono morti, banale e niente affatto prezioso, costruito “col materiale di cui sono fatti i sogni”. Il film è tratto dal romanzo “Il falcone maltese” del grande giallista Dashiell Hammett.

Mercoledì 29 marzo - ore 22,00
IL GRANDE SONNO
(The Big Sleep, 1946) di Howard Hawks
con  Humphrey Bogart, Lauren Bacall, Dorothy Malone / USA
. Philippe Marlowe, investigatore privato e poliziotto di Los Angeles, viene convocato da un vecchio milionario per indagare sul ricatto subito dalla figlia minore Carmen. La sorella maggiore, Vivian, è invece più interessata a sapere che fine abbia fatto Sean Regan, ex membro dell’Ira ed ex contrabbandiere, assunto dall’anziano per risolvere i problemi creati dalle due figlie. Nel giro di poche ore, Marlowe trova Carmen in compagnia del cadavere del ricattatore. E, sbrogliando le diverse trame intrecciate tra loro, riesce a scoprire la verità, per quanto amara. Non è la prima volta che Marlowe viene portato sullo schermo e non sarà l’ultima: le opere di Raymond Chandler forniranno molto materiale al cinema e alla televisione.

Giovedì 30 marzo - ore 21,00
LA VERA GOLA PROFONDA

(
Deep Throat, 1972) di Gerard Damiano
con Linda Lovelace, Harry Reems, Dolly Sharp / USA
Linda è una giovane prostituta insoddisfatta che decide di parlarne con l’amica e collega Jenny. Quest’ultima cerca di aiutarla organizzando incontri con super dotati ma senza successo. Linda si rivolge quindi ad un medico il quale la farà lavorare come infermiera fornendo prestazioni particolari ai clienti ed utilizzando la tecnica della “gola profonda”. Un’opera divenuta col tempo cult, per merito della protagonista e che è anche maledettamente demenziale ed in grado di strappare più di qualche risata.
A seguire gli episodi: Thérèse Philosophe e Lucrezia Borgia (tratti da i “Racconti immorali”) di Walerian Borowczyk.


Venerdì 31 marzo - ore 21,00
FIGLI DELLA LIBERTA’
(2017) di Lucio Basadonne e Anna Pollio - prima visione
con Lucio Basadonne, Anna Pollio, Gaia Basadonne / Italia
Niente materie, niente compiti, niente banchi. Chi cresce libero, morirà schiavo come noi? Un documentario coraggioso, audace, provocatore frutto di un anno di vita speso fra viaggi, discorsi, giochi e deliri, con uno stile leggero e irriverente, e mette in discussione la delega dell’istruzione chiedendosi se la scuola è un sistema di controllo che disciplina e limita la libertà, se questo sistema si può cambiare, se educare all’obbedienza è giusto o meno. Raccontano i registi: “Un documentario classico è come la scuola tradizionale: ti metti seduto e qualcuno ha preparato per te una lezione per esporti con chiarezza un concetto, guidandoti con grazia in un mondo che forse non conosci. Figli della libertà non è un documentario didattico, parla di un altro immaginario di apprendimento, un apprendimento incidentale dove si sperimentano cause ed effetti, invece che eseguire esercizi pedagogici piovuti dall’alto. Quando abbiamo montato il documentario ci siamo accorti che anche la sua forma filmica seguiva questa modalità. Nessun voice over, pochi raccordi e contenuti contrastanti, pronti a lasciare nello spettatore quel piacevole stordimento che crediamo si percepisca quando si è liberi di apprendere”.
Saranno presenti ed incontreranno il pubblico i registi Lucio Basadonne, Anna Pollio e la piccola protagonista Gaia.

Lunedì 3 aprile - ore 21,00
L’INNOCENTE
(1976) di Luchino Visconti
con Giancarlo Giannini, Laura Antonelli, Massimo Girotti / Italia
Tratto dal romanzo di Gabriele D’Annunzio, il film racconta la storia di Giuliana, donna fragile di salute che viene tradita dal marito ed ha un figlio da un giovane letterato che poco dopo muore di febbre tropicale. A lei restano il ricordo di questo amore ed il figlio che però il marito uccide mettendolo fuori al gelo. La sua amante lo lascia e lui disperato, si uccide. Alla termine della carriera, Visconti decide di mettere in scena D’Annunzio (anche De Sica aveva in progetto un D’Annunzio ma morì prima di realizzarlo). Visconti ci lascia il suo saluto mostrando le sue mani che girano le pagine di un grosso libro che reca i titoli. E’ il suo ultimo film.

Mercoledì 5 aprile - ore 21,00
VAXXED - IL FILM CHE NON VOGLIONO TU VEDA

(
vaccinati dall’occultamento alla catastrofe, 2016) di Andrew Wakefield - USA - prima visione.
Il discusso film documentario che affronta il delicato problema delle vaccinazioni e si interroga sui presunti legami tra vaccini e autismo. Diretto da Wakefield, un ex medico che nel 1998 pubblicò una ricerca in cui ipotizzava un collegamento tra i vaccini e l'autismo, una tesi sostenuta anche nel film che sta sollevando tanti interrogativi. Racconta la storia del presunto legame tra vaccinazione trivalente e autismo. Selezionato per il Tribeca Film Festival di Robert De Niro il film è stato poi ritirato dagli organizzatori in seguito alle polemiche.
Nel corso della serata
Incontro con il pubblico e dibattito sul tema: “Libertà di scelta terapeutica, caccia alle streghe e tutela della salute”. Saranno presenti ed interverranno: il Prof. Ivano Spano (Docente all’Università di Padova, sociologo e Responsabile della Società Italiana Medicina Psicosomatica di Padova), i medici Dott. Paolo Rossaro, Dott. Paolo Girotto e Dott. Massimo Presacco, Ferdinando Donolato (presidente Coordinamento Regionale Veneto per la Libertà delle Vaccinazioni).
Introducono la serata
Francesco Salmaso e Gianni Vitale.

Giovedì 6 aprile - ore 21,00
FRITZ IL GATTO - il ritorno del Porno Gatto

(
Fritz the Cat, 1972) di Ralph Bakshi
Il cult-movie d’animazione degli anni settanta. Ambientato nel 1968, il film racconta le avventure del gatto Fritz, che va a caccia di sesso più che di libertà ed è tratto dal celebre omonimo fumetto undergound di Robert Crumb. Il gatto Fritz, seduttore impenitente e gran frequentatore di droga-party e bordelli, per evitare la repressione della polizia fugge con una faina verso la California: coinvolto da un motociclista nazista in un attentato, finisce in ospedale dove ritrova il vigore di un tempo grazie ad alcune visite femminili. La versione dell’esperto regista Bakshi si avvale di belle trovate grafiche in perfetto stile psichedelico.

Mercoledì 12 aprile - ore 20,00 e ore 21,15
FUNNE - LE RAGAZZE CHE SOGNAVANO IL MARE
(2017) di Katia Bernardi - Italia - prima visione
Le splendide immagini delle montagne di Daone, in Trentino, fanno da cornice a questa poetica storia di dodici “ragazze ottantenni” e del loro sogno di vedere il mare, perché molte di loro il mare non l'hanno mai visto. In occasione del ventennale del circolo dei pensionati Il Rododendro, la presidentessa decide con entusiasmo di dare il via alla raccolta fondi per questa nobile causa, ma di soldi ne servono tanti per realizzare questo progetto e le attività messe in campo non sempre si rivelano azzeccate. Comincia così l’avventura che le vedrà cucinare torte da vendere in paese, posare da modelle per un calendario e donne di Internèt impegnate nel crowdfunding per raggiungere, non senza alcuni momenti di sconforto, il proprio scopo. Delicato ed edificante, Funne - Le ragazze che sognavano il mare dimostra come, grazie alla perseveranza e a un pizzico di magia, sfuggire al grigiore del quotidiano non sia un'impresa impossibile. Pur tradendo qua e là la sua natura di docufiction (in alcuni momenti è palese lo sforzo delle protagoniste di mostrarsi naturali davanti all'obiettivo), il film scorre vivace ed effervescente nella sua semplicità.
Le proiezioni saranno precedute da una presentazione della regista Katia Bernardi.

Giovedì 13 aprile - ore 21,00
LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE

(1988) di
Ermanno Olmi
con Rutger Hauer, Sandrine Dumas / Italia - Francia
La storia di Andreas, un ex minatore alcolizzato che vive a Parigi come clochard. Un giorno la fortuna bussa alla sua porta ed un misterioso benefattore lo aiuta in vari modi. Deciso a ricambiare il favore, Andreas cerca in tutti i modi di estinguere quello che secondo lui, è un debito ma quando sembra stia per riuscirci, le cose vanno in maniera diversa… Uno dei film più acclamati di Olmi, vincitore del Leone d’Oro a Venezia e del David di Donatello.

Mercoledì 19 aprile - ore 21,00
LO STRANIERO
(1967) di Luchino Visconti
con Marcello Mastroianni, Anna Karina / Italia
Dal romanzo di Albert Camus. Meursault è un modesto impiegato francese che riceve la notizia della morte di sua madre e si reca, abbastanza indifferente, a vegliare la salma e assistere al funerale. Al ritorno, incontra un’ex collega di lavoro Marie, inizia una relazione con lei e conosce il vicino di casa. Una sera, i due sentono delle urla provenire dalla stanza del vicino che sta picchiando una donna e Meursault, sempre indifferente, testimonia a favore dell’uomo. La domenica i tre amici vanno al mare ma vengono inseguiti da un gruppo di arabi e tra i tafferugli, Meursault prende la pistola e per caso uccide uno di loro. Viene processato e quindi condannato a morte ma lui resta indifferente a tutto…

Giovedì 20 aprile - ore 21,00
FLESH GORDON - ANDATA E RITORNO DAL PIANETA PORNO
(Flash Gordon, 1974) di Michael Benveniste e Howard Ziehm
con Jason Williams, Suzanne Fields / USA
Flesh Gordon, “cavaliere dello spazio”, Dale Ardor e lo scienziato Vaffa, raggiungono il pianeta Porno per mezzo di un’astronave della struttura fallica. Wang, pervertito sovrano del pianeta raggiunto, si diverte da un po’ di tempo a bombardare la Terra con “raggi” che trasformano gli esseri umani in mandrilli. Caduti nelle mani di Wang, i tre devono vedersela dapprima con gli appetiti erotici del sovrano e della sua consorte, quindi con i vari personaggi che Wang scatena contro di loro. Aiutati dal principe Prila, una sorta di Robin Hood che vive nelle caverne del pianeta, Gordon e gli altri riescono finalmente ad avere ragione dell’avversario, ne distruggono il regno e tornano felicemente sulla Terra.

Giovedì 20 aprile - ore 22,30
PINK FLAMINGOS
(1972) di John Waters
con Divine, David Lochary, Mary Vivian Pearce / USA - versione originale
Capolavoro del genere trash, il film narra le stravaganti vicende della drag queen Divine, che ricerca assiduamente l’affermazione del suo essere disgustosa in contrapposizione ai continui sgarri di cui è vittima ad opera di una coppia che cerca in tutti i modi di rubarle il titolo.

Mercoledì 26 aprile - ore 21,00
LE SOLDATESSE

(1965) di
Valerio Zurlini
con Lea Massari, Valeria Moriconi, Thomas Milian / Italia
Nella ricorrenza del 25 aprile il film ambientato nella Grecia del 1941, durante l’occupazione fascista italiana, una storia di solidarietà e di comprensione: ad un tenente, di stanza ad Atene, viene affidata la missione di accompagnare verso l’Albania un gruppo di dodici prostitute destinate ai militari…
Al tenente Gaetano Martino, viene affidata la missione di accompagnare sino al confine albanese alcune ragazze che, per fame, accettano di essere destinate a diversi bordelli per i militari. A mano a mano che i giorni passano l’ufficiale si affeziona a questo suo inconsueto reparto formato da donne da Ebe, dalla triestina Eftichia, animata solo da uno spietato odio verso il nemico; da Elenitza, dolce e mansueta; da Toula e da sua sorella Panaiota e da altre dieci donne. Ad un posto di blocco, Alessi, un seniore fascista, si aggrega al reparto mentre il gruppo si assottiglia ogni volta che le ragazze giungono alla loro triste destinazione. Verso la fine del viaggio Elenitza rimane ferita in un'imboscata di partigiani e Alessi la uccide senza pietà, per non correre il rischio di fare lui stesso la medesima fine. Con l'arrivo ad Ocrida, Eftichia non sopporterà il primo contatto con le truppe e, dopo un ultimo colloquio con Martino, riesce a fuggire e a raggiungere i suoi compatrioti che si battono sulle montagne, mentre Alessi rimarrà solo nel disprezzo generale.
Interviene alla serata e presenta il film la ricercatrice Meris Nicoletto
già autrice del libro
“Valerio Zurlini, il rifiuto del compromesso”.

Anticipazioni per il mese di maggio

Mercoledì 3 maggio - ore 20,30
SPARTACUS

(1960) di Stanley Kubrick
con Kirk Douglas, Laurence Olivier, Jean Simmons / USA
Dal romanzo di Howard Fast il film racconta la storia del gladiatore Spartaco che organizza una rivolta con l’intenzione di raggiungere un paese libero. L’esercito degli schiavi, comincia a dare serie preoccupazioni al Senato romano che decide di fermarlo. L’esercito guidato da Crasso, non riesce a schiacciare i fuggiaschi e a loro si uniscono molti schiavi. Spartaco vorrebbe lasciare l’Italia, ma i pirati cilici, a cui si rivolge per ottenere le navi, lo tradiscono perché corrotti e, nell’ultima battaglia, l’armata dei gladiatori è sconfitta. Il suo capo, preso prigioniero, deve uccidere il suo miglior amico nell’arena, poi viene crocifisso…. Un’opera avvincente ed imperdibile, perfettamente sceneggiata e con una colonna sonora quanto mai adatta interpretato dall’indimenticabile Kirk Douglas, in grado di offrire tre ore di autentico ed avvincente spettacolo cinematografico.

Giovedì 4 maggio - ore 21,00
IL VIZIETTO

(1978) di Edouard Molinaro
con Ugo Tognazzi, Michel Serrault, Michel Galabru / Francia - Italia
Una divertentissima commedia satirica e di costume, magistralmente interpretata da due mattatori del grande schermo come il nostro Tognazzi e il francese Serrault. Renato convive da vent'anni con Albin, detto Zazà, insieme al quale gestisce, a Saint Tropez, un “night” per travestiti, “La Cage aux Folles”. I due, che non nascondono la loro omosessualità, vivono come marito e moglie. Nel passato di Renato, però, c’è stata una brevissima avventura etero-sessuale, dalla quale gli è nato un figlio, Laurent. Un bel giorno, il giovane annuncia al padre e a Zazà l’intenzione di sposare Adrienne, figlia di un importante uomo politico, esponente di un partito che si propone di difendere a tutti i costi l’ordine morale...

A seguire verranno proposti i divertenti episodi:

-
UN AMORE DIFFICILE (1973) da “Sesso matto” di Dino Risi
con Giancarlo Giannini, Alberto Lionello - Italia
Protagonista il personaggio di Saturnino, un giovane pugliese che arriva a Milano in cerca del fratello e di fortuna ma s’imbatte in Gilda, un’affascinante signora milanese della quale s’innamora, accorgendosi però alla fine che altri non è che una prostituta di professione e che soprattutto non è una donna, ma un travestito, proprio suo fratello Cosimo!
-
ORNELLA (1969) da “Vedo nudo” di Dino Risi
con Enrico Maria Salerno, Nino Manfredi - Italia
Protagonista un impiegato delle poste, Ercole, che rifiuta la corte di un’avvenente collega e nasconde un segreto: è infatti misteriosamente impegnato tutte le domeniche. In realtà, nell'intimità, si veste da donna e intrattiene una corrispondenza con il ragioniere torinese Carlo Alberto Ribaudo, firmandosi "Ornella". Un giorno però l’uomo gli annuncia il suo arrivo a Roma e Ercole decide di riceverlo nei propri panni, fingendosi come il fratello di Ornella…

Mercoledì 10 maggio - ore 20,30
L’ALBERO DEGLI ZOCCOLI
(1978) di Ermanno Olmi
con Luigi Ornaghi, Francesca Moriggi, Omar Brignoli / Italia
Grande successo in Italia, premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes e in tutto il mondo. In tre ore di proiezione molte le scene indimenticabili (come la semina sotto la prima nevicata, un gesto consumato come in una sacra funzione). Il regista ritrova fiato ed estro poetico mettendo in immagini le storie contadine dei suoi nonni.
Siamo in una cascina di Bergamo alla fine del secolo scorso, cinque famiglie di contadini vivono, lavorano, amano, soffrono. Una ragazza sposa uno dei giovani. Il loro viaggio di nozze a Milano è movimentato dalle repressioni, da parte delle truppe di Bava Beccaris, delle manifestazioni popolari. L'albero del titolo è quello che uno dei contadini taglia per fare gli zoccoli per il figlio. Il padrone viene a saperlo e scaccia la famiglia…

Info:
www.frontedelportofilmclub.sitiwebs.com
venetopadovaspettacoli@hotmail.it





Torna ai contenuti | Torna al menu